23.3.10

Il Principio


Questo blog non è l'unica mia presenza in rete. Se vedete qua a destra, subito sotto il profilo, c'è un indirizzo a un sito web. Su timedrop.net c'è tutto il resto che non posto qua sopra, ci sono romanzi incompiuti, ci sono pagine con i video che ho realizzato o a cui ho partecipato, e c'è anche la pagina dedicata alla narrazione interattiva. Cosa sia lo spiego QUI e dallo stesso indirizzo potete cominciare a provare a leggere questa forma (nuova?) di scrittura con un progetto che si chiama "Il Principio" (ellosò, che fantasia eh?).

Il Principio è una sorta di romanzo epico basato su personaggi semi-divini in un mondo sull'orlo dell'apocalisse. Così, giusto per cambiare ancora una volta genere che magari poi si pensa che sono solo lo scrittore di graphic novel impegnati (al maschile che l'Accademia della Crusca ha stabilito così). Ci tengo particolarmente a questa cosa storia anche perché rappresenta sia una sfida che un gioco e, dai commenti che ho avuto dai poveracci che ho costretto a farmi da beta-tester, pare che sia anche divertente da leggere oltre che da scrivere (vi devo un caffè ragazzi), tanto che ho deciso di "pubblicizzarla" pure da queste parti. Per iniziare a leggere clickate QUA.

Il disegno di presentazione all'inizio di questo post invece è Ryozune, uno dei protagonisti del racconto, ed è opera del buon Federico Rossi Edrighi, compagno di scrivania qua in Rainbow. Finalmente, dopo inenarrabili traversie, c'ha un blog. Fatevi un regalo e andate a curiosare dalle sue parti che ha talento da vendere. Tanto. A pacchi e per corrispondenza.

3 commenti:

  1. Sembra un soggetto molto interessante...non vedo l'ora di leggere qualcosa!

    RispondiElimina
  2. Me lo offri domani allora! Il caffè!
    A chi è incuriosito da questa nuova iniziativa posso solo dire di buttarvi e provare, perchè Giovanni affascina, intriga e rapisce l'attenzione del lettore (e poi non ve la ridà).

    RispondiElimina
  3. Il commento qua sopra NON è stato pagato dall'autore di questo blog né va considerato come pubblicità occulta.

    (Grazie Marco! Però così poi mi emoziono...)

    RispondiElimina