1.2.11

Machinima

Sapevo che prima o poi avrei fatto un post sul Machinima.
In realtà, ci ho sempre un po' litigato con questa espressione videoludica anche se apprezzavo l'etica vagamente hacker dietro il discorso "mi prendo il tuo motore grafico e ci faccio quello che voglio", e mi piaceva anche la voglia di chi sperimentava in questo campo di piegare alla propria volontà uno strumento nato per fare tutt'altro.

Purtroppo però, i prodotti che mi era capitato di vedere non funzionavano. Forse perché legati a un determinato motore grafico o a un videogame di riferimento, o forse perché proprio non c'era ancora una produzione degna di questo nome al di là dello sperimentalismo più puro.
Comunque sia, l'idea era buona ed era solo questione di tempo prima che desse i suoi frutti.

Il concetto di base al Machine Cinema è molto semplice. I moderni videogiochi, fin dal primo Quake (dal cui motore grafico è stato realizzato guarda caso il primo machinima) si basano su "motori grafici", ovvero sulla capacità che ha il gioco stesso di ricreare in tempo reale un mondo parallelo virtuale. Più potenti il motore grafico e il nostro PC, più ricco di dettagli e sfumature il gioco. Gioco e motore che, dal momento che li installiamo, sono sul nostro Hard-Disk. Da qui, il salto logico a prendere quel motore e a usarlo per i propri scopi, magari per "girarci" un cortometraggio, era davvero breve.

Il machinima come "genere" ha una storia abbastanza travagliata alle spalle visto anche il problema legale (a chi appartiene il prodotto generato con un motore grafico protetto da copyright? A chi ha realizzato il motore o a chi ha prodotto effettivamente l'opera per cui quel motore non era stato pensato?). In più, è anche difficile fare qualche esempio di un prodotto famoso. Forse quello più conosciuto dalle nostre parti è, seppur fuori dalle logiche hacker, la puntata di South Park dedicata a World of Warcraft.

Oltreoceano il machinima è invece un vero e proprio fenomeno. Non so se i numeri che pubblicizzano sul sito ufficiale del movimento www.machinima.com siano veritieri ma si parla di più di due bilioni di video nel solo 2010. Un bel po' di pubblico per quello che è stato sempre considerato un genere ibrido e di nicchia. Il video qua sotto invece tanto di nicchia non è. E' stato realizzato da Mathieu Weschler che, sfruttando il video editor dato in dotazione con la versione PC di GTA IV, ha lavorato per un paio d'anni e ha prodotto un lungometraggio di ben 88 minuti originale in tutto, tranne che ovviamente in quello che c'è davanti alla MdP virtuale.

Ecco, questi sono i prodotti di cui parlo ad inizio posto, quelli che mi aspettavo di vedere:

Nessun commento:

Posta un commento