23.2.11

[RiR] Film che durano troppo, ovvero The Karate Kid

Diciamolo subito, il nuovo Karate Kid non è il massimo. Non c'avrei mai scritto due righe, a parte per Jackie Chan, spettacolare come sempre, e per la voglia che mi suscitano questo tipo di pellicole di precipitarmi in palestra a tirare al sacco un paio di calci.
Ma proprio stamattina ero in edicola e mi sono messo a discutere su Inception e sul Dark Knight di Nolan (sì, la mia edicola è decisamente di un altro livello). Io non ho un grande amore per il regista di Batman ma il discorso verteva più che altro sulla lunghezza dei suoi film. Sceneggiature (spesso di Goyer, altro autore non proprio in cima alla lista dei miei preferiti) a cui, secondo il mio modesto parere, puoi tranquillamente togliere una trentina di pagine e non se ne accorge nessuno.
Probabilmente per lo spettatore medio, se mai da qualche parte esiste uno spettatore medio, questo discorso ha poco senso ma provo ad argomentarlo meglio e perdonatemi se uso Karate Kid come esempio.
Secondo Imdb, il primo Ragazzo Karatè durava 126 minuti. Il secondo cambia etnia, si fa le treccine e dura 140 minuti. Per restare all'esempio da edicola, Inception dura 148 minuti e il Dark Knight addirittura 152. Il problema è che si tratta di film che durano veramente troppo rispetto a quello che c'è nella pellicola. Un La Sottile Linea Rossa dura la bellezza di 170 minuti ma riempe il film regalando allo spettatore tutt'altra esperienza.
Tornando a Karate Kid, quei 14 minuti in più sono riempiti da una storia d'amore multietnica di cui sinceramente non se ne sentiva la necessità. Ma perché quelle scene sono state messe lì? Necessità artistica? Allungando la durata si giustificano i budget miliardari? Far incazzare gli esercenti che per film troppo lunghi sono costretti a saltare uno spettacolo giornaliero?
Non lo so, credo che ogni film abbia la propria storia. So anche però che la durata è un fattore determinante nell'economia di un linguaggio che fa dello spezzettamento di un tempo dato in varie inquadrature la sua unicità.
E spesso questo concetto semplicissimo viene a mancare e rende il tutto uno spettacolo lungo e, a volte, decisamente superfluo.
PS: Alla fine il Karate Kid che fa Kung Fu è pure guardabile e le coreografie dell'ultimo conbattimento divertenti (anche se sull'allenamento si doveva fare di più).

5 commenti:

  1. Ma è voluto che ci sia il naso di Jackie Chan sul pacco del figlio di Will Smith?

    RispondiElimina
  2. Fede, volevo commentare la stessa identica cosa.
    E so che giovanni avrebbe commentato la stessa identica cosa.

    Basta.

    Abbiamo problemi.

    RispondiElimina
  3. Ah.
    io anche voglio commentare con la foto.

    RispondiElimina
  4. Vuoi commentare con una foto tua che hai il figlio di Will Smith sul pacco?

    RispondiElimina