28.3.12

Stuck - story editing alla prima puntata (parte 1)

Per prima cosa, vedetevi questo prologo:



E poi questo primo episodio:



Fatto? Bene. Andiamo ad incominciare.

Stuck è una web serie che quel geniaccio di Ivan Silvestrini ha deciso di ideare, scrivere, dirigere e co-produrre tutto da solo. Ha un cast di attori veramente validi, con un Riccardo Sardonè in splendida forma, è girato direttamente in inglese (ma tranquilli, basta premere su cc e youtube vi fornirà i sottotitoli) ed è un prodotto decisamente sopra le righe per il panorama di produzione web italiota (sopra le righe = figata pazzesca).

E sì, c'è anche il mio nome tra i titoli di coda, preceduto dall'attributo "story editor".
Che non è "sceneggiatore", non ho scritto io Stuck, la sceneggiatura è tutta farina del sacco di Ivan. Ma allora, che cacchio fa uno story editor?

Secondo wikipedia: "lo story editor ha molte responsabilità, tra cui [...] sviluppare le storie con gli scrittori e assicurarsi che quelle sceneggiature siano adatte alla produzione. Lo story editor lavora affianco allo sceneggiatore per ogni stesura della propria storia, e dà allo scrittore giudizi sulla qualità del proprio lavoro, suggerisce miglioramenti e si assicura anche che la continuity dello show sia rispettata, fino ad arrivare a controllare anche che la sceneggiatura rientri nella durata stabilita per la puntata".


In pratica, è un editor che controlla il lavoro dello sceneggiatore, corregge dove serve, taglia per rispettare budget e tempi e, in poche parole, fa in modo che la sceneggiatura fili, non abbia buchi di trama, che tutti i personaggi siano in linea con la propria psicologia e che lo script sia girabile senza intoppi.

E' un lavoro fondamentale nelle produzioni seriali, è un lavoro dietro le quinte anche molto impegnativo ed è il lavoro che ho fatto per Stuck, per Sute di Yoshiko Watanabe e per Metamorphosis di Giacomo Bevilacqua (gli ultimi due sono fumetti in cui appaio nei credits per la stessa mansione). Rispetto alla definizione di wikipeda o a al lavoro svolto, per esempio, da Francesco Artibani per la serie delle Winx (per la cronaca, Francesco è il miglior story editor italiano in circolazione per un certo tipo di prodotti, se vi capita date un'occhiata alle cose col suo nome sopra, tipo Monster Allergy), il mio approccio allo story editing cambia  leggermente.

Di solito il mio coinvolgimento avviene in una prima fase del progetto, a volte su un progetto che non è seriale (ma non è il caso di Stuck), e di solito quando un autore sta per iniziare il proprio lavoro e vuole qualcuno con cui litigare.

Ma di questo parliamo domani.

Nessun commento:

Posta un commento