7.9.12

[RiR] Come non Detto


Lo dico subito: sì, conosco abbastanza bene Ivan Silvestrini.
Sì, ci ho lavorato assieme per Stuck.
Sì, ci sto lavorando assieme per altre cose nuove.

La mia recensione del suo film di esordio intitolato "Come non detto", che esce nelle sale questo venerdì, può essere obiettiva? Era questo il mio problema nello scrivere questo pezzo.

Poi mi sono ricordato di una cosa che dice McKee nel suo Story. I critici cinematografici odiano le commedie perché sulle commedie non c'è niente da scrivere da "critico".
Se la commedia fa ridere, funziona.
Punto.

La commedia di Ivan sui problemi di un ragazzo che deve trovare il coraggio di fare coming out fa ridere?
Tanto.
E con intelligenza.
All'Adriano durante l'anteprima di martedì sono scattati tre applausi a scena aperta.
Quindi anche chi se ne frega dei critici.
Il film funziona alla grande e fa ridere di gusto!


E poi chi se ne frega anche di McKee, io di mestiere mica faccio il critico e dico la mia sugli aspetti tecnici.
Ivan si porta a casa un film non facile, la sua regia sottolinea lo splendido lavoro degli attori con equilibrio e di certo è molto sopra la media di altri prodotti del genere.
Fotografia buona, molto colorata, molto pop.
Attori molto, molto buoni. Nel cast tutti bravi e ruoli magari anche un tantino sopra le righe resi molto bene. Sceneggiatura scritta con sentimento, che si ingarbuglia giusto un po' nei passaggi sui flashback rendendo un po' confusionaria la prima parte.


In poche parole, che le recensioni lunghe servono solo ai film butti e i film belli vanno visti, fatevi un favore e fate un salto al cinema stasera.

Nessun commento:

Posta un commento