11.9.12

[RiR] The Dark Knight Rises


I due Batman di Nolan non mi avevano entusiasmato. Il suo Inception mi aveva divertito anche se gli avevo trovato dei difetti belli grossi. Avevo letto che il nuovo film sull'uomo pipistrello a molti non era piaciuto, e di fan inferociti che minacciavano di morte i detrattori. C'era stata la bella analisi di Rob a livelllo politico. C'era stato il bruttissimo fatto di cronaca nera (e i giornali italiani avevano detto che Neil Gaiman era il papà di Batman).

Insomma, è stato un film chiacchieratissimo e quindi il rischio di partire già prevenuto era alto.
Ma Nolan è riuscito a sorprendermi. Non ci volevo credere, perché il Dark Knight Rises non è un brutto film (a me non è piaciuto, ma son gusti), è un film tecnicamente imbarazzante, con una sceneggiatura piena di momenti WTF (manco buchi di trama, proprio momenti senza senso),  e con una regia che probabilmente è stata portata a casa da Pino Nolan, il cugino pizzettaro. Una roba mai vista, davvero.

Ma andiamo con ordine (e occhio agli spoiler da qua in poi). Mi soffermo solo su i due punti che più mi interessano, sceneggiatura e regia (per attori e doppiaggio la risolvo facile. I primi voto 6, il secondo voto 0).


Nolan confeziona un film su Batman in cui non c'è Batman, in cui si parla per ore e in cui tutto succede per una casualità allucinante, come se i personaggi sbattessero l'uno contro l'altro. Le informazioni allo spettatore vengono tutte passate da dialoghi in cui il personaggio che deve dare l'informazione si ferma e in pratica parla direttamente in macchina. Pensate allo smacchiatore di Catwoman. Lei lo sa che cos'è, il suo avversario sa di cosa stanno parlando, noi spettatori no. Loro NON hanno necessità di dirselo cosa è questo cavolo di smacchiatore in quella scena. Lo possono fare, ma è uno spiegone. Magari però si riesce a trovare un modo carino di dirlo, quindi che fa Nolan? Ci passa l'informazione qualche scena prima, in uno scambio tra la gatta e i suoi avversari quando richiede il pagamento e completa l'informazione in questa? Usa una sottile metafora? Selina ne parla con la sua amica (ma poi chi è st'amica che a un certo punto sparisce?). No, Nolan lo fa dire al cattivo, ma proprio dire tutto. A favore camera, e in mezzo busto (su sta cosa dei mezzobusti poi torneremo). E lo fa per una scena? No, tutte le informazioni salienti vengono passate in questo modo. Non mi erano piaciuti gli spiegoni di Inception, ma qua si esagera. L'azione si ferma e il tizio parla. E parla. E parla. E lo spettatore si subisce questi pistolotti a oltranza (provate a rivedere il film, guardate come Bruce racconta ad Alfred chi è Selina Kyle, o il piano di Bane, o lo scambio intensissimo tra il nuovo Robin e il commissario Gordon davanti alla TV). Oppure pensate alla lettera che Gordon non si toglie mai dalla giacca. Lettera che finisce in mano a Bane e che viene ritirata fuori due ore dopo per spiegare... cosa? A che serve quella lettera? La liberazione dei cattivi dal penitenziario? E se Bane non ce l'aveva? Li liberava uguale?  In fondo gli è arrivata per sbaglio tra le mani. Serve a sputtanare Gordon? Ma perché gli serve sputtanarlo? Ha il controllo della città e un ordigno nucleare tra le mani. Senza poi contare il fatto che Bane in teoria vorrebbe distruggere Batman (o così afferma lui). E in questo modo invece lo riabilita indirettamente agli occhi del mondo. I fatti si susseguono, accavallati, e i personaggi si muovono perché serve al film che facciano una cosa, mica perché serve a loro o ai loro piani. E' una cosa brutta da vedere perché rende tutto finto, i personaggi macchiette, ma vabbè, diciamo che è uno stile di scrittura e andiamo avanti con la regia.


Qua la cosa è ancora più strana, perché si tratta di un film di dialogo. Normalmente, sono film che necessitano di una regia invisibile, ma molto presente. Primissimi piani,  sottolineatura dei piccoli gesti, campi medi a descrivere le distanze, magari anche psicologiche, dei personaggi. Nolan risolve tutto in campo-controcampo in mezzo busto. Ma è tutto in mezzobusto. E' una scelta stranissima per il regista di Inception (che comunque aveva delle belle scene). Momento migliore di tutti, Alfred e Bruce che litigano. Alfred che fa una pesante confessione a Bruce. Bruce che allontana l'uomo che l'ha cresciuto. Scena difficile da recitare... ammazzata da una regia di mezzi busti in controcampo dentro un corridoio lilla. Fine. Nient'altro. Manco un gesto forte, una figura intera di Bruce che si gira e sale le scale lasciando lì un povero vecchio che prova a fare un passo verso quello che in pratica è suo figlio e poi non ha coraggio, si gira e se ne va. Niente. E' una cosa da filmino della comunione, manco le soap opera sono così sciatte... Nolan in mezzo busto ci gira persino le scene d'azione. L'ultima tra Bane e Batman è al limite del Fan Made. I due più grossi esperti di arti marziali, cresciuti dalla setta delle ombre, combattono su delle scale con cazzotto-campo, pugno-controcampo, cazzotto-campo, pugno-controcampo, cazzotto-campo, pugno-controcampo, cazzotto-campo, pugno-controcampo, e così via. Ovviamente, in mezzo busto.

Ora, probabilmente la mia recensione è pure viziata dal fatto che una volta distrutta la sospensione dell'incredulità, a ogni gitarella a Firenze di Alfred a bersi il Fernet Branca scattava la risata, ma veramente non capisco. E' uno dei film più svogliati di sempre e Nolan tutto è tranne un regista svogliato. Può non piacere, ma qua siamo al limite del fregarsi i soldi per il lavoro fatto. 


E un'ultima cosa: vuoi fare un film di supereroi senza i supereroi e in cui tutto viene risolto a parole. Fico, bell'idea. Quindi cazzarola, momenti di recitazione intensi al posto di esplosioni e inutili effetti speciali. Bello, mi piace. E poi che fai? Hai in campo un tizio vestito da pipistrello a cui non posso leggere l'espressione (e qua ci puoi fare poco perché Batman è così dagli anni '30) e ci metti un cattivo con UNA MASCHERA CHE GLI COPRE IL VISO UCCIDENDOGLI OGNI ESPRESSIONE? E me lo fai parlare tre ore con la voce tarocca? Hai fatto un film di voci fuori campo che litigano! E' il Rises delle segreterie telefoniche!
Ma perché, Nolan, perché? Tu sei più bravo di così.
Puoi non piacere, ma sei più bravo...

2 commenti:

  1. Sono d'accordo con te, anche se la maggior parte delle imperfezioni tecniche non le avevo notate.
    Ho notato , in compenso, che per girare un combattimento finale tra Batman e Bane come quello di questo film, bisogna essere senza vergogna.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Il combattimento finale sulle scale è:
      4 pugni di Batman
      4 cazzotti di Bane
      Fine del combattimento finale.
      Lo storyboard di quella sequenza dev'essere stato facilissimo da realizzare.

      Elimina